La fatturazione elettronica

Aggiornato il: 21 gen 2019

Vediamo i principiali adempimenti in partenza con l'introduzione della fattura elettronica


La fattura elettronica è stata introdotta con la legge finanziaria 2008, nell'ambito delle linee di azione dell'Unione europea che incoraggia gli Stati membri a dotarsi di un adeguato quadro normativo, organizzativo e tecnologico per gestire in forma elettronica l'intero ciclo degli acquisti. A partire dal 6 giugno 2014 è obbligatorio fatturare elettronicamente nei confronti delle pubbliche amministrazioni italiane; trattasi di in un documento elettronico prodotto in formato XML, secondo gli standard tecnici definiti da Sogei, il cui contenuto deve essere nel tempo immutabile e non alterabile; ad oggi è la sola tipologia di fattura accettata dagli enti di PA che, secondo le disposizioni di legge, sono tenuti ad avvalersi del Sistema di Interscambio.


La fattura elettronica è, da un punto di vista contenutistico, del tutto equivalente a una fattura cartacea e, come questa, deve essere annotata in appositi registri, secondo le indicazioni fornite dall'art. 21, comma 2, del D.P.R. n. 633/72 e integrate dal D.Lgs. n. 52/2004.

Dal 1° luglio 2018 è scattato l’addio definitivo alla scheda carburante: a partire da tale data, per poter portare in deduzione il costo dei carburanti, le partite IVA non possono più utilizzare la scheda carburanti ma, al momento del rifornimento, devono effettuare obbligatoriamente il pagamento con carta di debito o di credito e farsi rilasciare dai gestori la fattura elettronica.


Dal 1 gennaio 2019 è prevista l’obbligatorietà della fatturazione elettronica tra privati, in base alla Legge di Bilancio 2018, che ha incassato il nulla osta della UE. Le regole comunitarie (articolo 232 della direttiva 112/2006) prevedono infatti degli specifici requisiti in materia, dunque serviva il placet della Commissione Europea ed al Consiglio UE per partire effettivamente dal primo gennaio 2019 in Italia con la e-fattura B2B.




Via Emilia Est, 115 - 43123 PARMA  |  P.I. IT01976520344

Dott. Andrea Gemmi iscritto all'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Parma, sez. A, n. 449

 tel. +39 0521 462 650 -  fax +39 0521 461 160

info@studiogemmi.it 

© 2019, Elf Marketing & Communication - PARMA