Termini di emissione della fattura elettronica dal 1° luglio 2019

Con la Circolare 14/E emanata dall’Agenzia delle Entrate il 17.6.2019 sono stati chiariti i termini di emissione delle fatture elettroniche a partire dal 1° luglio.


Fattura immediata

La fattura immediata può essere emessa entro 12 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione. Si ricorda che nel caso in cui la data di effettuazione dell’operazione non coincida con la data di trasmissione della fattura al SDI, nel campo “data” andrà riportata la data di effettuazione dell’operazione in quanto la data di trasmissione attesta la data di emissione della fattura.

A titolo esemplificativo si propongono le seguenti casistiche.

Per una cessione effettuata il 28.9.2019, la fattura immediata:


1) può essere emessa (ossia generata ed inviata al SdI) il medesimo giorno. In tal caso la data di effettuazione dell’operazione e di emissione della fattura coincidono e nel campo “Data” del file fattura il soggetto che emette il documento indica “28.9.2019”;


2) può essere generata il giorno dell’effettuazione dell’operazione ed inviata al SdI nei 12 giorni successivi (ad esempio, il 10.10.2019). In tal caso:

  • a. dal Sistema risulterà che l’emissione (trasmissione al SdI) della fattura elettronica è avvenuta il 10.10.2019;

  • b. nel campo “Data” del file fattura va indicato “28.9.2019”, ossia la data di effettuazione dell’operazione.


Fattura differita

Per le cessioni/prestazioni effettuate nello stesso mese al medesimo acquirente/committente, documentate da un ddt o da altro documento analogo, è possibile emettere la fattura (differita) entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione, indicando gli estremi del ddt o del documento analogo da cui è desumibile il dettaglio delle operazioni effettuate.

A titolo esemplificativo un soggetto ha effettuato 3 cessioni, documentate da ddt, il 2, il 10 e il 28.9.2019. La fattura elettronica tramite SdI può essere emessa entro il 15.10.2019, indicando nel campo “Data” del file fattura la data dell’ultima operazione, ossia 28.9.2019.

Anche in tal caso, quindi, si considera che la data di emissione (trasmissione al SdI) della fattura è attestata dal Sistema e che pertanto il campo “Data” può essere utilizzato per indicare il momento di effettuazione dell’operazione, che rappresenta l’informazione in base alla quale si determina il mese / trimestre di liquidazione dell’IVA a debito esposta in fattura.

Al riguardo si precisa che Assosoftware (con faq del 28.06.2019) ha specificato che è possibile utilizzare, in caso di presenza di più consegne nel mese e quindi di più date, anche una data diversa dall’ultima consegna.


Ad esempio: in caso di n. 2 Ddt del 3.10 e del 10.10, con fattura emessa in data 15.11, appare possibile datare la fattura 31.10 (ultimo giorno del mese).

Via Emilia Est, 115 - 43123 PARMA  |  P.I. IT01976520344

Dott. Andrea Gemmi iscritto all'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Parma, sez. A, n. 449

 tel. +39 0521 462 650 -  fax +39 0521 461 160

info@studiogemmi.it 

© 2019, Elf Marketing & Communication - PARMA